Shopping Cart

✈ Spedizione gratuita per ordini maggiori a €49.99

Extra

Assistenza in chat?

Fai subito click nella icona per la live chat!

Social

Come contrastare l’effetto dei crampi

Esercizio fisico Vs Crampi muscolari

Tra le poche cose che possono essere fastidiose per un atleta, i crampi muscolari rappresentano una delle frustrazioni più grandi. I crampi ai muscoli possono verificarsi durante una prestazione sportiva, subito dopo una gara, ma anche mentre si dorme.

Le cause per cui si verificano non sono ancora molto chiare agli scienziati che, ad oggi, non riescono ad elaborare una terapia o una possibile prevenzione. I crampi muscolari, in casi sporadici, possono dipendere da alcune patologie rare, ma nella maggior parte dei casi sono indotti e associati all‘attività fisica.

I crampi muscolari indotti da attività fisica si presentano come contrazioni dolorose, spasmodiche e involontarie dei muscoli scheletrici, che si manifestano generalmente durante un allenamento o alla fine dell’attività fisica.
Possono insorgere durante la notte ma, come già accennato, potrebbero anche non essere associati all’attività fisica.

Una probabile causa dei crampi, secondo alcuni studi, potrebbe essere dovuta ad un disturbo del bilancio idrico ed elettrolitico associato ad una eccessiva sudorazione. Altre ricerche invece, affermano che i crampi muscolari associati ad attività fisica siano il risultato di un’attività sostenuta degli alfa motoneuroni dovuta ad un controllo errato al livello del midollo spinale.

Si ritiene che sia l’affaticamento muscolare a causare questo mancato controllo, attraverso uno specifico effetto sugli organi tendinei del Golgi che diminuiscono la loro funzione non riuscendo a svolgere il loro compito, ovvero quello di prevenire l’eccessiva contrazione che potrebbe danneggiare il muscolo che al contrario aumenta la sua attività.

Per poter attenuare questo genere di problema la cura è sia il riposo sia lo stiramento passivo del muscolo o del gruppo muscolare interessato, mantenendo la muscolatura target in posizione allungata fino a quando non si sarà attenuata l’attivazione muscolare.
Meglio comunque assumere liquidi se si ha il sospetto di essere disidratati e quindi in preda ad uno squilibrio elettrolitico.

Ecco cosa fare per prevenire i crampi muscolari nell’atleta:

  • Mantenere una buona condizione in modo da ridurre la possibilità di affaticamento
  • Eseguire regolarmente esercizi di stretching dei gruppi muscolari maggiormente esposti a crampi
  • Mantenere il bilancio idrico ed elettrolitico e le scorte di carboidrati
  • Se necessario ridurre la durata e l’intensità dell’attività fisica

Prodotti consigliati per contrastare i crampi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Easy 30 days returns

30 days money back guarantee

Consegne in 24h

Garantiamo consegne rapide in quasi tutta Italia

100% Secure Checkout

Klarna / MasterCard / Visa