Shopping Cart

✈ Spedizione gratuita per ordini maggiori a €29.99

Extra

Assistenza in chat?

Fai subito click nella icona per la live chat!

Social

Come sopravvivere ai pasti di natale?

Ci sono molti che ci hanno chiesto di parlare in un post su come ridurre l’impatto degli eccessi natalizi nel corpo, stanno arrivando giorni importanti in cui abbondano le riunioni di famiglia e di solito mangiamo o beviamo generosamente. Ãˆ molto probabile che il nostro peso corporeo, a gennaio sia aumentato di qualche chilogrammo, ma non dovresti preoccuparti. Seguendo alcune linee guida minimizzerete l’effetto negativo sul vostro corpo e sarete in grado di godervi questo periodo dell’anno in un modo più sano.

Sicuramente pensi che a Natale è impossibile prendersi cura della dieta e della figura. Potresti aver ragione in parte, ma la mia opinione è che devi solo fare un piccolo sforzo per evitare di dover subire conseguenze. Non Ã¨ salutare devastare la dieta per alcuni giorni e provare a risolvere i peccati in seguito.

Il corpo può essere preparato per l’eccesso?

È una buona domanda e la risposta è sì. Siamo consapevoli che questo è un momento speciale dell’anno in cui la nostra agenda ha impegni irrevocabili. Godere con la famiglia o gli amici non ci impedisce di prenderci cura della nostra salute allo stesso tempo, quindi consiglio sempre che nei giorni precedenti e successivi ai pasti importanti prendiamo in considerazione alcuni problemi. Troveremo più menù calorici del solito e dove abbondano carboidrati, farine raffinate o grassi industriali, il corpo dovrebbe prepararsi.

Due giorni prima della vigilia di Natale o della cena di Natale (allo stesso modo della settimana successiva alla fine dell’anno) consiglio di ridurre il consumo di carboidrati e aumentare l’apporto di proteine (carne, pesce, frittata francese, salumi), noci, insalate e verdure. La prima cosa che noteremo è che l’organismo collasserà, il glicogeno sarà eliminato e ci sarà un’attivazione del metabolismo, in modo che un pasto o una cena più abbondanti nei giorni indicati non avranno altrettanto rilevanza negativa. Ãˆ importante sapere che dopo un pasto più abbondante è normale recuperare 1,5 / 2 Kg, ma questi sarebbero sotto forma di acqua e quindi si perderebbero rapidamente facendo una nuova riduzione nell’assunzione di carboidrati.

Nei giorni prima e dopo i pasti di Natale è anche importante aggiungere una buona quantità di grassi (specialmente insaturi) nella dieta. Questo farà sì che i nostri ormoni siano equilibrati e il sistema nervoso sia più sazio e non continui a mangiare impulsivamente nelle ore dopo i pasti abbondanti. Noci, olive, avocado, uova sode o olio di cocco saranno grandi alleati.

Come posso ridurre gli effetti negativi dell’alcol? Ãˆ uno dei grandi cavalli da lavoro poiché è molto probabile che in questi giorni ne consumerai più del solito. Non dimenticare che è essenziale mantenere una corretta idratazione in modo che il corpo non si decomponga. Bere circa 2 litri di acqua al giorno e ricorrere a cibi ricchi di minerali come verdure, sale dell’Himalaya e acqua di mare come supplemento è una buona opzione.

Tips per le tue abbuffate natalizie

Abbiamo già raggiunto la cena della vigilia di Natale e la cena di Natale, l’ideale è aver preparato l’organismo per questo momento, ma se non si è riusciti a farlo, questi suggerimenti saranno utili.

  • Ad esempio, negli antipasti è preferibile ricorrere a noci, salumi o formaggi poiché contengono proteine ​​e grassi che ci daranno una maggiore sensazione di sazietà nei confronti dei piatti che arriveranno in seguito. Sappiamo tutti quali sono i menu tipici di Natale, non bisogna rinunciare a carne, pesce o frutti di mare, ma è molto consigliabile fare a meno del pane, al massimo piccole quantità. Controllando l’assunzione dei primi piatti (dimenticando l’abbuffata) dovremmo essere sufficientemente soddisfatti, anche se potremmo ancora permetterci un dessert zuccherino. Il torrone e il resto dei dolci sempre con moderazione e prudenza, nel medio termine è la virtù.
  • Dopo ad esempio una cena abbondante, è consigliato non mangiare cibo nelle ore centrali , cioè di saltare la colazione o il pranzo. In questo modo trascorrono circa 13 o 14 ore senza mangiare cibo, ma il corpo non soffre o ha l’ipoglicemia perché sarà sufficientemente sazio dalla cena precedente.
  • Lo sport ci aiuta? Certo, prima, durante e dopo le vacanze, è un modo per compensare i cambiamenti di questo momento. L’ esercizio cardiovascolare aumenterà la temperatura interna dell’organismo e accelererà il metabolismo. Inoltre, in questi giorni raccomando di praticare il digiuno sportivo a intervalli aerobici 2-3 volte a settimana, in questo modo il corpo userà il serbatoio del grasso in quanto non vi è glucosio. L’esercizio diventa di nuovo un’arma contro gli eccessi. Per evitare il gonfiore e l’infiammazione che possono verificarsi in questi giorni (soprattutto nelle donne), è consigliabile utilizzare sia il pilates che lo yoga. Queste discipline consentono alla muscolatura di continuare a funzionare, ma favoriscono anche il drenaggio e l’eliminazione delle tossine accumulate.

Non voglio finire senza ricordarti qualcosa di essenziale. Se nonostante tutti questi consigli ingrassi o la tua salute soffre dopo Natale, non cercare mai di recuperare la figura con una dieta rapida e miracolosa, non è buona per il tuo corpo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Easy 30 days returns

30 days money back guarantee

Consegne in 24h

Garantiamo consegne rapide in quasi tutta Italia

100% Secure Checkout

Klarna / MasterCard / Visa

I Miei Punti